• Sabrina Pellegrini - Accessori moda - Savona
  • Massimo Tosetti e Giancarlo Berto - Autoriparazione - Genova
  • Sara Scarcella - Gelateria - Varazze
  • Alessandro Boccardo - Cioccolato - Genova
  • Andrea Carega - Friggitoria - Genova
  • Filippo Passalacqua - Lavorazione dell'ottone - Sori
  • Elena Mangialardi - Complementi d'arredo - Savona
  • Marcella Diotto - Ceramica - Genova
  • Carlo Marciano e il suo staff - Panificatore - Genova
  • Ilaria Traverso - Ceramica - Genova
  • Daniele Capobianco - Accessori moda - Genova

Non solo calcio tra Genoa e Brescia

28 Ottobre 2019

Specialità liguri e lombarde promosse e degustate nell'area Hospitality dello stadio Luigi Ferraris di Genova, in occasione del match di sabato scorso tra i rossoblu e le rondinelle. Negri(Confartigianato): «Prosegue la collaborazione con Genoa Cfc per promuovere le specialità agroalimentari del nostro territorio e delle regioni ospiti»

 

Un incontro di calcio ma anche tra gusti regionali, quello che si è disputato sabato 26 ottobre al Luigi Ferraris di Genova. Mentre le squadre di Genoa e Brescia si affrontavano sul campo, l'area Hospitality dello stadio accoglieva eccellenze gastronomiche liguri e lombarde, nell'ambito della collaborazione tra Confartigianato Liguria e Genoa Cfc, a cui per l'occasione ha preso parte anche Confartigianato Brescia.

Cinque le aziende della delegazione ospite, guidata dal presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: il Liquorificio Alta Valle Camonica di Edolo, le Distillerie Peroni Maddalena di Gussago, il Caseificio Cissva di Capo di Ponte, il Caseificio Richiedei di Pezzaze e il Casoncello di Stefano e Letizia di Barbariga.

Per quello che riguarda i prodotti artigianali liguri, erano presenti la Stemarpast di Genova, con i suoi ravioli, i dessert del Caseificio Val d'Aveto di Rezzoaglio (Ge) e i gelati di Giardini di Marzo di Varazze (Sv), i vini della Baia del Sole della Spezia. Tra i partner anche Olio Anfosso e il Frantoio Sant'Agata di Oneglia (Im), nonché le rose della Valle Scrivia e le Bontà del Belvedere di Altare (Sv) con i suoi dolci.

«Un momento di degustazione di prodotti di eccellenza, ma anche un'occasione unica per promuovere le specialità  agroalimentari regionali al pubblico selezionato dell'area Hospitality – commenta Felice Negri, presidente di Confartigianato Genova – Un vero e proprio gemellaggio agroalimentare tra territori che, anche nel corso di questo campionato, sempre in collaborazione con Genoa Cfc, proseguiamo con entusiasmo per creare nuove sinergie e incrementare la visibilità dei nostri artigiani dell'alimentare».

La Liguria conta circa 3 mila realtà del settore agroalimentare, di cui la maggior parte pasticcerie, panifici e gelaterie (1.541). Circa un migliaio sono attive nei servizi di ristorazione da asporto, mentre la produzione di pasta conta 202 realtà. A questi numeri si aggiungono le 53 piccole imprese attive nella produzione di oli e grassi vegetali e animali, 42 le microimprese nel settore del tè, caffè, cacao, spezie, 33 realtà attive nella lavorazione e conservazione di frutta, ortaggi e pesce e 26 tra distillerie, birrifici e produzione di altre bevande. 17 le realtà attive nella lavorazione e conservazione di carne.

 
Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI
730: COSTRUIAMO INSIEME LA TUA DICHIARAZIONE