• Elisabetta Comotto - Oreficeria - Genova
  • Alessandro Ballarin - Vetro - Sanremo
  • Diego Cabutto - Pasticceria - Savona
  • Isabella Coppola - Accessori moda - Savona
  • Alberto Monfrini - Gelateria - Genova
  • Luisa Mongiardino - Tessuti - Genova
  • Francesca Di Terlizzi - Profumi - Genova
  • Alessandra Avenoso - Panificazione - Genova
  • Michela Furfaro - Frantoiano - Vado Ligure
  • Silvia Lamperti - Disegni su velluto - Arenzano
  • Igor Venturi - Accessori moda - Genova
  • Davide Garozzo - Legno - Genova

Bando Energia: 8 Milioni per le imprese da Regione Liguria

08 Gennaio 2019

La giunta regionale della Liguria, su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, ha approvato il bando da 8 milioni di euro a sostegno delle micro, piccole e medie imprese liguri per interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive. L'azione rientra nell'ambito dell'asse 4 - Energia, azione 4.2.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020.  

Si aprirà l'1 marzo e terminerà il successivo 11 marzo 2019 la finestra temporale per accedere al bando per le micro, piccole e medie imprese che realizzano interventi di efficientamento energetico su impianti e strutture produttive esistenti e installano nuovi impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo.

Gli investimenti ammessi ad agevolazione devono essere realizzati nell'ambito di strutture operative dell'impresa ubicate nel territorio della Regione Liguria e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione.

Investimento ammissibile

Sono ammissibili gli interventi, ancora da avviare o avviati dal 19/07/2018 e non conclusi, di importo superiore a 25.000 euro, IVA esclusa, diretti a:

1. installazione di nuove linee di produzione ad alta efficienza;

2. sostituzione puntuale di sistemi e componenti a bassa efficienza con altri a maggiore efficienza;

3. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi, diretta a ridurre l’incidenza energetica sul prodotto finale, tali da determinare un significativo risparmio annuo di energia utile espressa in Kw/h;

4. interventi finalizzati all’aumento dell’efficienza energetica degli edifici dell’unità operativa;

5. installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento

L'agevolazione concedibile, tra prestito e contributo a fondo perduto, non può superare l’importo di 400.000 euro. L'incentivo può coprire fino all'80% delle spese ammissibili e risulta così suddiviso:

  • 40% delle spese ammissibili (fino a un massimo di 200.000 €) consistente in un finanziamento a tasso agevolato, comprensivo dello 0,5 annuo dell'importo del finanziamento per l'abbattimento costo garanzia
  • fino al 40% delle spese ammissibili concesso sotto forma di contributo a fondo perduto.

Invio delle domande di ammissione

Le domande di ammissione all'agevolazione devono essere redatte esclusivamente online accedendo al sistema bandi on line dal sito http://www.filse.it/index.php?option=com_docman&task=cat_view&gid=237&Itemid=154 dal 1 marzo 2019 al 11 marzo 2019. La procedura informatica sarà disponibile nella modalità off-line a far data dal 1° febbraio 2019.

 
Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI
730: COSTRUIAMO INSIEME LA TUA DICHIARAZIONE