• Carola Parodi - Gelateria - Genova
  • Alessandro Boccardo - Cioccolato - Genova
  • Giovanni Giacobbe - Salumeria - Sassello
  • Laura Tarabocchia - Legatoria - Savona
  • Tatjana Harcsuk - Accessori moda - Savona
  • Sara Scarcella - Gelateria - Varazze
  • Elena Mangialardi - Complementi d'arredo - Savona
  • Luisa Mongiardino - Tessuti - Genova
  • Alessandro Mombelli - Accessori moda - Bargagli
  • Claudia Rizzo - Filigrana - Campo Ligure
  • Pasquale Fervorini - Bellezza - Genova

SISTRI

Il SISTRI, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, è uno strumento promosso nel 2009 dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che lo ha introdotto per far fronte alla sempre più richiesta di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione.

Il Sistri ha la finalità di garantire un maggior controllo della movimentazione dei rifiuti speciali, riduce i costi sostenuti dalle imprese, semplificando le procedure e gli adempimenti e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità.

Sul sito ufficiale SISTRI è consultabile l’elenco dei soggetti che obbligatoriamente devono iscriversi e dei soggetti che possono iscriversi volontariamente ed è disponibile una guida (sia scritta che video) per l’utilizzo della chiavetta (o token) USB e per l’utilizzo del programma da parte di produttori, trasportatori e gestori di impianti.

In caso di chiavetta non funzionante è inoltre possibile scaricare una procedura per il ripristino del dispositivo USB da provare prima di comunicare a SISTRI il non funzionamento del dispositivo.


"Il Ministero - ha affermato la sottosegretaria Velo - sarà chiamato ad assicurare la definizione delle più efficaci disposizioni transitorie volte a tutelare l'ambiente e le imprese e sta già valutando di prevedere un opportuno e adeguato periodo di proroga del regime attualmente vigente".  ...
15/09LEGGI
72
CondividiCONDIVIDI
Prima di scavare una buca, anche di un solo metro cubo, l'impresa dovrà avvertire 15 giorni prima il comune competente e l'Arpal, l'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente Ligure: la nuova norma (DPR 120) nata da un chiarimento del Ministero dell'Ambiente ed entrata in vigore il 22 Agosto 2017 fa infuriare...
24/08LEGGI
309
CondividiCONDIVIDI
Entreranno in vigore il prossimo 16 Ottobre 2017 i nuovi requisiti per ricoprire l'incarico di Responsabile Tecnico per il trasporto/gestione dei rifiuti in conto terzi: da tale data, l'abilitazione potrà essere conseguita attraverso la dimostrazione del possesso di: - idonei titoli di studio (almeno diploma di scuola media...
23/08LEGGI
695
CondividiCONDIVIDI
"La classificazione dei rifiuti è effettuata dal produttore assegnando ad essi il competente codice CER ed applicando le disposizioni contenute nella Decisione 2014/955/UE e nel Regolamento UE 1357/2014": questa l'indicazione arrivata con il D.L. 91/2017 entrato in vigore lo scorso 21 Giugno 2017. "La corretta...
11/07LEGGI
282
CondividiCONDIVIDI
Iniziata una campagna di controlli da parte di ASL, Igiene e Sanità Pubblica, nei centri estetici per la verifica del possesso dei requisiti igienico sanitari dei locali e delle attività in tutta la Provincia. Quali gli aspetti verificati? "Tutti quelli relativi alle misure igienico-sanitarie applicate - afferma Antonella...
26/06LEGGI
262
CondividiCONDIVIDI
Il Comitato nazionale dell'Albo gestori Ambientali ha deliberato i nuovi requisiti per ricoprire l'incarico di Responsabile Tecnico, le materie ed i contenuti, i criteri e le modalità di svolgimento delle verifiche (esami) di abilitazione: la Delibera n. 06/Albo/Cn del 30 Maggio entrerà in vigore dal prossimo 16 Ottobre...
08/06LEGGI
309
CondividiCONDIVIDI
L'attività di un'impresa artigianale produce sempre dei rifiuti che sono denominati speciali; questi possono essere poi classificati pericolosi o non pericolosi in base alle loro caratteristiche. Il produttore di rifiuti speciali deve quindi: - classificare le varie tipologie di rifiuto prodotto con attribuzione del codice CER (...
22/05LEGGI
399
CondividiCONDIVIDI
In scadenza il termine per il pagamento dei contributi annuali 2017 del SISTRI: ricordiamo che le categorie di soggetti con iscrizione al Sistri obbligatoria sono gli enti e le imprese con più di dieci dipendenti, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi derivanti da: • attività di demolizione, costruzione, nonch...
14/04LEGGI
426
CondividiCONDIVIDI
Entro il prossimo 30 Aprile, come ogni anno, ricorre l'obbligo del pagamento del diritto annuo di iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali per quelle imprese che effettuano attività di trasporto di rifiuti, in conto proprio e/o in conto terzi. L'ammontare del diritto annuale varia in base alla categoria ed alla classe...
22/03LEGGI
544
CondividiCONDIVIDI
Entro il 30 Aprile 2017, come tutti gli anni, ricorre l'obbligo di presentazione della dichiarazione unica ambientale MUD per le imprese ed enti... - produttori iniziali di rifiuti pericolosi; - per quelle che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali...
18/01LEGGI
817
CondividiCONDIVIDI

NORMATIVE

DOCUMENTI

 
Le attività di Rating di Confartigianato Liguria
VAI
PROGETTO AUTOCONTROLLO CARROZZERIE LIGURI - Dicembre 2013
VAI
SPECIALE ELEZIONI REGIONALI
VAI